Pujje, olio evo d’eccellenza nato dall’idea di tre giovani tarantini innamorati della propria terra che hanno voluto dare vita al sogno di creare un prodotto unico che affonda le radici nella tradizione, rinsalda il proprio legame con il territorio scegliendo di partecipare al sesto evento di Sapor di Storia, un viaggio alla scoperta del passato di Taranto tra sapori e tradizioni, il 30 Aprile.

Pujje sarà partner nel prossimo appuntamento del format che propone un vero e proprio viaggio tra storia e tradizioni enogastronomiche, raccontato attraverso la voce di persone che hanno fatto dell’amore per Taranto una missione di vita, nella suggestiva cornice offerta di volta in volta dagli splendidi palazzi del Borgo Antico.

La serata del 30 aprile avrà come sfondo il Castello Aragonese e prevede alle 19.30 la visita guidata del monumento, uno dei simboli architettonici della città, la cui attuale struttura risale al tempo di Ferdinando II d’Aragona, ma che vanta 3000 mila anni di storia, come testimoniano i resti delle precedenti strutture greche, bizantine e normanno-svevo-angioine.

La cena a tema sarà firmata dal giovane e talentuoso Chef Salvatore Carlucci, originario di Grottaglie che dopo aver girato il mondo alla ricerca di nuove esperienze è tornato nella sua Puglia, al ristorante La Barca di Ciro a Marina di Pulsano. Con Pujje condivide il legame con la terra di origine, la ricerca dell’eccellenza e lo stile non convenzionale, un’affinità elettiva grazie alla quale è diventato Chef Promoter del brand su Taranto. La dichiarazione di appartenenza e di orgoglio per le proprie radici è espressa fin dalla scelta del naming: se Pujje è il termine per indicare la Puglia nell’antico dialetto tarantino, Anfitrite e Rea – questi i nomi dei due blend lanciati lo scorso febbraio – rispettivamente una bellissima ninfa marina e la titanide madre di Zeus, dea dell’abbondanza, ricordano il lascito culturale della Magna Grecia, di cui la Città dei Due Mari era uno dei centri più fiorenti.

Pujje non poteva quindi che sostenere Sapor di Storia, nato da un’idea di Ei.Em.Eventi con l’obiettivo di animare il Borgo Antico, il nucleo più antico della città – un’isola di circa 30 ettari situata tra il Mar Grande e il Mar Piccolo e collegata alla terra ferma da due ponti – attraverso la realizzazione di appuntamenti che hanno come fine l’aggregazione sociale, la promozione delle tradizioni enogastronomiche e l’accesso e diffusione della conoscenza dei luoghi che raccontano la storia di Taranto tra vicoli, usanze e meravigliosi scorci di vita passata.