Produzione

La lavorazione dell’Olio Evo Pujje ripercorre tecniche tramandate per generazioni, facendo tesoro degli insegnamenti delle tradizioni ataviche di olivicoltura nel rispetto degli standard qualitativi e igienico-sanitari moderni.

Le olive vengono raccolte in anticipo di maturazione, già nel mese di Ottobre e subito, nell’arco di 6/8 ore, frante ad arte dal Mastro Oleario. Ciò garantisce il maggior accumulo di componenti aromatiche e di polifenoli, ottimale per ottenere un olio di alta qualità, dal profumo e dal sapore inconfondibile.

 Ogni fase della produzione è curata in ogni suo dettaglio, sia in oliveto – partendo dalle tecniche d’impianto alla raccolta, passando alla messa a punto di importanti accorgimenti agronomici, dall’irrigazione, alla concimazione senza sostanze chimiche, sino alla potatura – che in frantoio, costituito da un impianto di ultima generazione a ciclo continuo per l’estrazione a freddo a basso consumo di acqua ed energia, dove le varie cultivar vengono frante singolarmente e sapientemente combinate in un momento successivo, creando un Olio autenticamente unico.

 L’Olio Evo Pujje, per preservarne le caratteristiche nel tempo e ritardare eventuali fenomeni ossidativi, è conservato in silos di acciaio inox a temperatura controllata, dotato di sistema di immissione di gas inerti (azoto). 

L’Azienda per garantire l’eccellenza del suo Extra Vergine di Oliva adotta un costante regime di qualità sottoponendo i blend prima all’analisi sensoriale di un panel interno e successivamente al giudizio di un panel esterno accreditato, per certificarne l’assenza di difetti. 

Pujje viene analizzato dai più autorevoli centri di analisi accreditati, per verificare il basso tasso di acidità e l’assenza di residui di fitofarmaci.

La conoscenza delle tecniche di raccolta e lavorazione del mastro oleario di Pujje, che vanta una grande passione ereditata ed un’esperienza acquisita in anni di formazione e lavoro, rende questo olio custode dell’amore con cui viene creato.